Raffaello Sanzio (Urbino 1483 - Roma 1520)






Pittore ed architetto, è stata una delle figure centrali del rinascimento italiano. Figlio del pittore Giovanni Santi, iniziò nella bottega del padre da cui si staccò nel 1500. I suoi primi dipinti risentono l’influenza dello stile del Perugino alla maniera della scuola umbra: Madonna col Bambino (1498, Casa Santi, Urbino), Angelo (1501, Pinacoteca, Brescia), Madonna Solly (1501, Staatliche Museen, Berlino), Madonna col Bambino e i santi Gerolamo e Francesco (1501,idem come sopra), San Sebastiano (1501, Accademia Carrara, Bergamo), Pala dell'altare di San Nicola da Tolentino (1501, frammento), Pala dell'altare di San Nicola da Tolentino (1501, frammento [angelo]).

Resurrezione di Cristo (1502, Museo di San Paolo del Brasile)



Crocifissione Mond (1502, National Gallery Londra). Crocifissione con la Madonna , due angeli e i santi Gerolamo, Maddalena e Giovanni Battista



L'incoronazione della Vergine [Pala Oddi] (1502, Pinacoteca Vaticana), L'annunciazione, L'adorazione dei Magi e La presentazione al tempio (Trittico facente parte della predella della Pala Oddi, Musei Vaticani) Stendardo della Santissima Trinità (1503, Pinacoteca Comunale, Città di Castello), Ritratto del Perugino (1503, Galleria Borghese, Roma), Madonna del libro (1503-1504, Norton Simon Museum, Pasadena) La Pala Colonna (1504, Metropolitan Museum, New York),Lo sposalizio della Vergine (1504, Brera, Milano),  Ritratto di Pietro Bembo (1504, Szépmüveszéti Museum, Budapest), Ritratto di giovane con pomo [Francesco Maria della Rovere] (1504, Galleria Uffizi Firenze), Ritratto di uomo (1504-05,  Sammlungen des Fursten von und zu Liechtenstein, Vaduz-Wien Vienna, Liechtenstein Museum), Ritratto di Elisabetta Gonzaga (1504, Galleria degli Uffizi, Firenze), Madonna del Melograno (1504, Museo dell'Albertina, Vienna).


L'Annunciazione


L'adorazione dei Magi


La presentazione al tempio



Lo sposalizio della Vergine (1504, Brera, Milano)



Dio Padre, Madonna con Bambino in trono e cinque santi. Pala Colonna o di Sant'Antonio. 

(1504, Metropolitan Museum New York)


Ritratto di Pietro Bembo (1504, Szépmüveszéti Museum, Budapest)


Ritratto di giovane con pomo 

[Francesco Maria della Rovere] 

(1504, Galleria Uffizi Firenze)


Ritratto di uomo

 (1504-05,  Sammlungen des Fursten von und zu Liechtenstein, Vaduz-Wien Vienna, Liechtenstein Museum)


Madonna del Melograno (1504, Museo dell'Albertina, Vienna)


Alla fine del 1504 Raffaello si recò a Firenze allo scopo di studiare le opere di Leonardo, Michelangelo e fra Bartolomeo. La sua evoluzione artistica nel corso del soggiorno fiorentino può essere ripercorsa attraverso i suoi dipinti sul tema della Madonna col Bambino. Di ispirazione umbra é la Madonna del Granduca (1504-1505, Palazzo Pitti, Firenze).


Madonna del Granduca (1506, Palazzo Pitti Firenze)



Le  opere successive  eseguite negli anni tra il 1505 ed il 1508 mostrano,  in alcune, l’influenza di Leonardo nella composizione e nel ricorso alla prospettiva aerea. Madonna con il bambino, San Giovannino e un santo bambino [Madonna di Terranuova] (1505, Museo di Berlino), Il sogno del cavaliere (1505, National Gallery Londra), Le tre Grazie (1505, Musée Condé, Chantilly), San Giorgio e il drago (1505, Louvre Parigi), San Michele e il drago (1505, Louvre Parigi), Madonna con il Bambino fra San Giovanni Battista e San Nicola di Bari [Pala Ansidei] (1505, National Gallery Londra), Gesù benedicente (1505, Pinacoteca civica di Brescia)Madonna con il Bambino e San Giovannino [Madonna Diotallevi] (1506, Museo di Berlino), Madonna dei garofani (1506-1507, National Gallery Londra).


San Giorgio e il drago (1505, Louvre Parigi)



San Michele e il drago (1505, Louvre Parigi)



Madonna con il Bambino fra San Giovanni Battista e San Nicola di Bari [Pala Ansidei] 

(1505, National Gallery Londra)



Il sogno del cavaliere (1505, National Gallery Londra)


Studio per "Il sogno del cavaliere"


Ed ancora, appartengono allo stesso periodo la Madonna Connestabile (1506, Ermitage, San Pietroburgo), Piccola Madonna Cowper (1506, National Gallery of Art, Washington), San Giorgio e il Drago (1506, National Gallery of Art, Washington), il Cristo benedicente (1506, Pinacoteca Tosio-Martinengo, Brescia), Autoritratto [attribuito] (1506, Uffizi Firenze), Ritratto di dama con liocorno (1506, Galleria Borghese, Roma), Sacra Famiglia con Palma (1506, National Gallery, Edimburgo), Madonna del Cardellino (1506 circa, Uffizi Firenze).


Madonna Connestabile (1506, Ermitage San Pietroburgo)



Piccola Madonna Cowper (1506, National Gallery of Art, Washington)



San Giorgio e il Drago (1506, National Gallery of Art, Washington)


Autoritratto [attribuito] (1506, Galleria degli Uffizi, Firenze)


Ritratto di dama con liocorno (1506, Galleria Borghese Roma)



Sacra famiglia con albero di palma (1506, National Gallery, Edimburgo)


Madonna del Cardellino (1506 circa, Uffizi Firenze)



Degli stessi anni, Ritratto di donna incinta (1505-06, Palazzo Pitti, Firenze), Madonna con il Bambino e San Giovannino [Madonna del prato o Belvedere] (1506, Vienna, Kunsthistorisches Museum), Ritratto di Agnolo Doni (1506-1507, Palazzo Pitti Firenze), Ritratto di Maddalena Doni (1506-1507, Palazzo Pitti Firenze), La bella giardiniera [Madonna con il Bambino e san Giovannino] (1507, Louvre Parigi), Madonna dei tempi (1507-1508, Monaco, Alte Pinakotheke),  Madonna Esterhazy  (1508, Budapest,  Szépmüvészeti Múzeum), Madonna Colonna (1508, Staatliche Museen, Berlino). La Sacra Famiglia è un altro dei soggetti preferiti da Raffaello: Madonna con San Giuseppe senza barba (1506), Sacra Famiglia con l'agnello (1507, Museo del Prado Madrid), Sacra Famiglia con San Giovanni (1507), Sacra Famiglia Canigiani [Madonna con il Bambino, San Giuseppe, Sant'Elisabetta e San Giovannino] (1507-1508, Monaco, Alte Pinakotheke), Santa Caterina d'Alessandria (1508, National Gallery, Londra).


La donna incinta (1505-06, Palazzo Pitti, Firenze)


Madonna con il Bambino e San Giovannino [Madonna del prato o Belvedere] 

(1506, Vienna, Kunsthistorisches Museum)



Ritratto di Agnolo Doni (1506-1507, Palazzo Pitti Firenze)



Ritratto di Maddalena Doni (1506-1507, Palazzo Pitti Firenze) 



Madonna del tempi (1507-1508. Monaco, Alte Pinakotheke)



La bella giardiniera [Madonna con il Bambino e San Giovannino] (1507, Louvre Parigi)


Madonna Esterhazy  (1508, Budapest,  Szépmüvészeti Múzeum)


Madonna Colonna (1508, Staatliche Museen, Berlino)


Sacra Famiglia - Madonna con San Giuseppe senza barba (1506, Ermitage San Pietroburgo)


Sacra Famiglia con l'agnello (1507, Museo del Prado, Madrid)


Sacra Famiglia con San Giovannino (1507 - Il francobollo è riprodotto al contrario)


Sacra Famiglia Canigiani [Madonna con il Bambino, San Giuseppe, Sant'Elisabetta e San Giovannino] 

(1507-1508, Monaco, Alte Pinakotheke)


Santa Caterina d'Alessandria (1508, National Gallery, Londra)


Lo studio sull'opera di Michelangelo è evidente nella Madonna Bridgewater (1507, National Gallery, Edimburgo). L’ uItimo dipinto eseguito a Firenze, la Madonna del baldacchino (1508, Palazzo Pitti), una pala monumentale, rimase incompiuto a causa della partenza dell’artista per Roma.  


Madonna Bridgewater (1507, National Gallery, Edimburgo)


Madonna del baldacchino (1508, Palazzo Pitti)


Fra il 1504 e il 1508 Raffaello lavorò anche per la corte dei Montefeltro ad Urbino, dipingendo molte tavole fra cui San Giorgio e il drago (1505, National Galery of Art, Washington), Ritratto di Guidobaldo da Montefeltro (1506, Uffizi, Firenze),  Madonna del pesce (1507, Museo del Prado Madrid), La Muta (1507-1508, Galleria Nazionale Urbino). Ma l’esito più alto di questi anni é rappresentato dalla Deposizione del Cristo morto, opera datata e firmata (1507, Galleria Borghese, Roma), una composizione movimentata che risente della lezione di Michelangelo, nella quale le figure mostrano una ricca varietà di attitudini e di espressioni.  


San Giorgio e il drago (1505, National Galery of Art, Washington)



Madonna del pesce (1508, Museo del Prado, Madrid)



La Muta (1507-1508, Galleria Nazionale Urbino). 


Deposizione del Cristo morto, opera datata e firmata (1507, Galleria Borghese, Roma)


Nel 1508, Giulio II chiamò Raffaello a Roma su indicazione del Bramante e gli commissionò la decorazione ad affresco di quattro stanze in Vaticano, alcune delle quali erano già state ornate in precedenza con affreschi del Perugino, del Sodoma e di altri, incaricandolo di sostituire il vecchio ciclo pittorico con nuovi affreschi.

Le stanze di Raffaello (vai alla pagina)

Nel 1514, dopo la morte di Giulio ll, il successore Leone X nominò Raffaello “architetto della fabbrica di San Pietro" e un anno dopo “conservatore delle antichità romane". Tra il 1514 e il 1517 Raffaello realizzò dieci cartoni raffiguranti episodi della vita degli Apostoli per gli arazzi della Cappella Sistina, oggi conservati al Victoria and Albert Museum di Londra. I soggetti degli arazzi: La guarigione dello storpio (protagonisti sono Pietro e Giovanni); Il sacrificio di Listra (Paolo guarisce uno storpio ma si rifiuta d'essere adorato dal popolo); La morte di Anania (drammatico episodio degli Atti degli Apostoli); Saulo sulla via di Damasco (la conversione spettacolare del futuro santo); La predica di Paolo sull'Aeropago (il conflitto tra la sapienza greca e la nuova fede); Il primato di Pietro (Gesù' investe Pietro del compito di guidare la Chiesa); La pesca miracolosa (il famoso episodio del Vangelo di Luca); La punizione di Elima (Paolo rende cieco un mago che aveva tentato di ostacolarlo); La lapidazione di Stefano (il primo martirio, alla presenza di un Saulo ancora pagano).


La pesca miracolosa


La pesca miracolosa ed alcuni dettagli


Nel 1512 Bramante iniziò la costruzione di una Loggia in Vaticano con il Papa Giulio II. L'opera fu completata da Raffaello regnante Leone X, mentre i 52 dipinti che narrano l'Antico Testamento sino alla nascita ed all'Ultima Cena di Gesù furono realizzati da Raffaello a partire dal 1517. La Loggia è formata da 13 arcate formanti una galleria lunga 65 metri ed alta 4 metri.


1) Dio separa la luce dalle tenebre 2) Dio separa la terra dalle acque 3) Creazione del sole e della luna
4) Creazione degli animali 5) Creazione di Eva 6) Il peccato originale
7) Adamo ed Eva scacciati dall'Eden 8) Adamo ed Eva al lavoro 9) Noè costruisce l'arca
10) Il Diluvio Universale 11) L'arca sul monte Ararat 12) Il sacrificio di Noè
13) Abramo e Melchisedek 14) Dio appare ad Abramo 15) Abramo e i tre angeli
16) Lot fugge da Sodoma 17) Dio appare ad Isacco 18) Amibelech tenta Isacco
19) Isacco benedice Giacobbe 20) Isacco ed Esaù 21) Il sogno di Giacobbe
22) Giacobbe incontra Rachele 23) Giacobbe rimprovera Laban 24) Giacobbe ritorna a Canaan
25) Il sogno di Giuseppe 26) Giuseppe venduto dai fratelli 27) Putifarre tradito dalla moglie
28) I sogni del Faraone 29) Mosè salvato dalle acque 30) Il roveto che brucia
31) Il passaggio del Mar Rosso 32) L'acqua sgorga dalle rocce 33) Mosè riceve le tavole della Legge
34) L'adorazione del vitello d'oro 35) La colonna di fumo 36) Mosè mostra le tavole della Legge
37) Attraversamento del Giordano 38) La caduta di Gerico 39) Giosuè ferma il sole
40) Divisione della Terra Promessa 41) Samuele unge Davide  42) Davide uccide Golia
43) Il trionfo di Davide 44) Davide e Betsabea 45) Salomone consacrato re
46) Il giudizio di Salomone 47) La regina di Saba 48) La costruzione del Tempio
49) La nascita di Gesù 50) L'Epifania 51) Il Battesimo di Gesù
52) L'Ultima Cena    

Il passaggio del Mar Rosso


Raffaello progettò, inoltre, la cappella Chigi per la chiesa di Santa Maria del Popolo, terminata dal Bernini; mentre per la Villa Farnesina eseguì le decorazioni della Loggia che è dipinta  con un intreccio di festoni ed è un continuum con il giardino. Raffaello vi ha dipinto La storia di amore e Psiche, tratta da Apuleio. [S’ispira alla Favola di Amore e Psiche, narrata nelle Metamorfosi di Apuleio, tradotte da Boiardo. La vicenda mitica allude forse all’amore tra Agostino Chigi e Francesca Odescalchi: come l’umana Psiche diventa immortale sposando il divino Amore, così alla veneziana sarebbe stato possibile ascendere di rango sociale grazie all’amore del potente Agostino Chigi. La villa stessa, destinata all’otium umanistico, viene ad identificarsi quindi con il palazzo di Amore descritto nella favola.] In una delle sale contigue con la loggia si trova l'affresco Il trionfo di Galatea (1513 ca.) [La scena s’ispira ad un passo del retore greco Filostrato, che descriveva un quadro antico che rappresentava il trionfo di Galatea. Tradotto da Poliziano, Galatea con lo sguardo verso l’alto rappresenta l’amore platonico in contrapposizione all’amore terreno rappresentato dai tritoni e dalle Ninfe. Il delfino che morde il polpo simboleggia la sconfitta del male ad opera del bene. Il tema è colto e raffinato, ma interpretato con naturalezza e vivacità narrativa.]


Loggia di Amore e Psiche - Un particolare

Particolare della Venere sul carro trainato da colombe. Loggia Amore e Psiche.


Loggia Galatea ed il Trionfo di Galatea



Oltre a queste opere importanti universalmente note, Raffaello dipinse molte altre tele altrettanto interessanti. Tra i ritratti, genere in cui eccelleva per l’estremo realismo della rappresentazione e la capacità d’introspezione psicologica, si aggiungono quelli di Giulio ll (1511-1512, National Galery, Londra)Leone X con due cardinali (1518-1519, Galleria degli Uffizi), Bindo Altoviti (1515, National Gallery, Washington), Tommaso Inghirami detto Fedra Inghirami (1510, Palazzo Pitti Firenze), Cardinale Francesco Alidosi (1510, Madrid, Museo del Prado), Baldassarre Castiglione (1514-1515, Parigi Louvre), Giovanna d'Aragona (1518, Louvre Parigi), Cardinale Bibbiena (1510, Palazzo Pitti, Firenze), Leone X con i cardinali Giulio de' Medici e Luigi de' Rossi (1517-1518, Uffizi, Firenze), Andrea Navagero e Agostino Beazzano (1516, Roma, Galleria Doria Pamphilj), Autoritratto con un amico (1518-1519, Louvre Parigi).


Ritratto del Cardinale Francesco Alidosi


Ritratto di Baldassarre Castiglione


Ritratto di un giovane


Ritratto di Giovanna d'Aragona


Famoso è' il ritratto di donna detta La Velata per il velo chiaro che le copre la testa. E' una piccola tavola  a olio, eseguita nel 1516, ed è conservata al Museo Pitti di Firenze. La modella è sconosciuta, anche se la tradizione la identifica con la Fornarina, una delle amanti del pittore.




Non meno famoso è il Ritratto di giovane donna (La Fornarina) realizzato fra il 1518 ed il 1519 e conservato alla Galleria Nazionale d'Arte Antica di Roma. L'opera è firmata sul bracciale della donna "RAPHAEL URBINAS". E' il ritratto della donna amata da Raffaello il cui volto si ritrova in tanti suoi dipinti.



Tuttavia, i soggetti prediletti da Raffaello furono sempre quelli a carattere religioso e, in particolare, la rappresentazione della Madonna. E su questo tema ci ha lasciato delle opere mirabili.


Madonna Aldobrandini-Carvagh  (1510, National Gallery Londra)



Madonna dal diadema blu (1510-1511, Louvre Parigi)


Grande Madonna Cowper (1510, National Gallery of Art, Washington)



Madonna dell'alba (1511, National Gallery of Art, Washington)



Madonna di Foligno [Madonna con il Bambino e i santi Giovanni Battista, Francesco, Gerolamo e il donatore Sigismondo de' Conti] (1511-1512) 



Madonna dell'Impannata (1512-1513, Palazzo Pitti Firenze) a sinistra

Madonna del velo o di Loreto (1511-1512) a destra


Il profeta Isaia (1511-12 , Chiesa di Sant'Agostino, Roma)

San Giovanni Battista nel deserto (1518-20, Louvre)


La Madonna Sistina (1512-1514, Staatliche Gemälderie di Dresda)      


Alcuni particolari


133.jpg (83879 byte)

Disputa con Elimas e conversione di Sergio Paolo a Pafo (1515)


Santa Margherita e il drago (1518, Louvre Parigi)


Madonna della tenda [Madonna con il Bambino e San Giovannino  (1513-1514 , Alte Pinakothek, Monaco di Baviera)



Madonna dei Candelabri (1515 circa - Walters Art Museum, Baltimora)


Madonna della seggiola (1513-1514, Palazzo Pitti Firenze)



Sacra Famiglia di Francesco I (1517, Louvre Parigi



53.jpg (62657 byte)

Estasi di Santa Cecilia (Santa Cecilia tra i Santi Paolo, Giovanni Evangelista, Agostino e Maddalena) 

[1514-1516 Pinacoteca Nazionale di Bologna]


La salita al Calvario (1516-1517, Museo del Prado, Madrid)


Visione di Ezechiele (1518, Palazzo Pitti Firenze)


San Michele sconfigge Satana (1518, Louvre Parigi)


Madonna della rosa (1518, Museo del Prado Madrid)


Il  dipinto della Madonna Bentivoglio  Raffaello, era conservato nel palazzo, ancora esistente nel castello di Sassoferrato, dei conti Bentivoglio, una delle nobili famiglie sassoferratesi, parenti dei Bentivoglio di Bologna e di Gubbio. Nel vol.452, manoscritto dell'anno 1753, della Biblioteca comunale di Sassoferrato a fol. 210r c'è questa nota:"Nell'altare maggiore della Chiesa di detto convento trovasi colocato un quadro non molto grande in cui vedesi dipinta l'Immagine di Maria Santissimo(sic) col Bambino a lato, fatto dal celebre pennello del gran Raffaelle di Urbino; ed ebbero i PP questa sorte, per il motivo e cause che si diranno in appresso". Fu donato dai proprietari alla chiesa di  S.Paolo del convento dei frati Cappuccini di Sassoferrato, per evitare litigi nelle divisioni patrimoniali. Dopo le requisizioni napoleoniche, non si sa dove sia finito.


Sacra Famiglia sotto la quercia (1518, Museo del Prado, Madrid)



La predicazione di San Paolo agli ateniesi (1520, Museo Victoria e Albert, Londra)



Tra gli altri quadri di soggetto religioso è necessario ricordare, infine, la Trasfigurazione (1517-1520, Pinacoteca Vaticana), rimasta incompiuta alla sua morte e completata nella parte inferiore da Giulio Romano; la tela costituirà un modello importante per i pittori del Seicento, in particolare per Caravaggio e Rubens.



Mosè e le tavole

Particolare del Cristo

Il profeta Elia

Due apostoli

Parenti dell'ossesso

Paesaggio di fondo


A  conclusione di questo lungo capitolo dedicato a Raffaello dobbiamo citare anche i numerosi "disegni" e bozzetti che l'artista ci ha lasciato. Ne evidenziamo soltanto qualcuno a titolo di esempio.


San Paolo

Sibilla

Studio delle figura di Bramante

Studio di Davide

Studio di un nudo

Studio per Santa Caterina d'Alessandria

Studio per la Sibilla di Frigia

Testa di apostolo

Testa di Omero

Venere, Vulcano, Amore e cinque putti

Studio per la Sacra Famiglia di Francesco I

Studio per la Sacra Famiglia di Francesco I

Psiche che offre a Venere l'acqua dello Stige (1517, Louvre Parigi)


Madonna con Bambino e San Giovanni fanciullo