Beato Angelico (1400 ca. - 1455)


Soprannone di fra Giovanni da Fiesole, al secolo Guido di Pietro. Nasce a Vicchio nel Mugello (Fi). Pittore italiano del primo Rinascimento. Svolse i suoi primi due anni di attivitÓ a Firenze come pittore e miniatore, poi, nel 1418 entr˛ nel Monastero dei Frati Domenicani di Fiesole ove prese gli ordini nel 1425.

fra Beato Angelico

Le sue prime opere fra cui la Madonna della Stella (1428-1430 ca. Museo San Marco, Firenze) ed il Trittico di San Pietro Martire (1428-1433, idem) riflettono ancora la cultura tardogotica. Fra Angelico sovrintese ai lavori di decorazione del convento di San Marco, quando nel 1436 i Domenicani si trasferirono da Fiesole a Firenze. Vi dipinse la Crocifissione, Cristo deriso e La Trasfigurazione, mentre nella grandiosa Pala di San Marco ritroviamo uno dei primi esempi del tema della cosiddetta "sacra conversazione" che comprende entro uno spazio comune la Madonna tra angeli e santi.

L'adorazione dei Magi - Madonna con Bambino in trono con quattro angeli

 Madonna con Bambino in trono con otto angeli - Annunciazione

Madonna dell'UmiltÓ - Madonna e Bambino con angeli - La Vergine e Bambino con angeli

Nel 1446 a Roma dipinse gli affreschi per la Cappella Niccolina in Vaticano e nel 1447 inizi˛ gli affreschi per la Cappella San  Brizio nel Duomo di Orvieto

Affreschi della Cappella Niccolina - Vaticano

Scene della vita dei Santi Stefano e Lorenzo nella Cappella Niccolina

Cappella San Brizio - Duomo di Orvieto

Un altro tema sacro svolto nella pittura del Beato Angelico fu quello dell'Annunciazione di cui si conservano ancora oggi mirabili dipinti.

Annunciazione - Annunciazione -La nomina di San Giovanni Battista - Presentazione al Tempio

Il Beato Angelico seppe fondere lo stile elegante e decorativo di Gentile da Fabriano con la maniera realistica d'importanti artisti rinascimentali come il Masaccio.

Vergine con Bambino - NativitÓ - NativitÓ - Annunciazione

NativitÓ

Particolari della Resurrezione

Buon conoscitore delle teorie delle prospettive sviluppate da Leon Battista Alberti, fu particolarmente abile nella resa delle espressioni devote dei visi e nell'uso del colore per intensificare le emozioni. Fu un gran maestro nel creare figure monumentali e dotate di movimento, abile nel costruire profonditÓ mediante la prospettiva lineare, doti queste che ne hanno fatto uno dei pittori pi¨ interessanti del Rinascimento.

L'adorazione dei Magi

Arcangelo Gabriele - Madonna con Bambino - Madonna

Particolare del Crocifisso adorato da San Domenico - San Domenico Guzman (Museo San Marco, Firenze)

La Crocifissione - Cristo schernito - La Trasfigurazione

(Sala capitolare, Museo San Marco)

L'ultima cena

L'incoronazione della Vergine

Madonna e Bambino con dodici angeli

Adorazione dei Magi